Stacca la spina con Bagolandia

C.U.S. TRIESTE
Oltre 60 anni di storia per la maggior realtà femminile assoluta regionale

Sono passati oltre 60 anni da quando il vulcanico Enzo Civelli, allora giovane studente, riuscì nell’ambizioso intento di riorganizzare l’attività sportiva nelle Università ponendo le basi per un movimento unitario degli studenti sportivi. Nel 1946 fondò il Centro Universitario Sportivo Trieste, secondo in Italia come costituzione soltanto a quello di Padova: tra le prime sezioni attive quella della regina degli sport, l’atletica leggera, insieme a pallacanestro, pallavolo, scherma e tennis.
Attualmente oltre tremila studenti aderiscono alle iniziative sportive proposte da una decina di sezioni agonistiche, per un totale di oltre cinquanta tipi diversi di attività sportive, con una consistente componente di scambi internazionali.
Oltre alla stretta collaborazione con l’Università ed il relativo circolo ricreativo il Cus collabora con l’Ente Regionale per il Diritto allo Studio che, oltre alla disponibilità della sede, permette ad un notevole numero di studenti di usufruire di ulteriori servizi sportivi.
La squadra di atletica leggera rappresenta ora la principale realtà femminile assoluta regionale, unica società presente nella massima serie “A oro”, tra le 12 migliori compagini nazionali, senza ricorrere al tesseramento di atlete straniere per rinforzare i propri ranghi.
Il sole che splende, logo che caratterizza la storia recente dell’attività cussina, ben rappresenta la raggiunta maturità della squadra che vanta numerose maglie azzurre, presenze nelle competizioni internazionali, titoli nazionali e finali dei campionati di società.
Tra i nomi che in questi anni hanno fatto splendere alto il sole del Cus quello di Francesca Bradamente, atleta dell’anno nel ’96 che ha calcato le pedane del salto in alto delle Universiadi, fino ad arrivare ad Anna Giordano Bruno, riuscita dieci anni dopo a far suo il primato nazionale assoluto del salto con l’asta, entrambe convocate in Nazionale ai campionati europei. Sono storia recente anche che le imprese di Elisabetta Marin, pure lei azzurra agli Europei: il suo giavellotto è salito alto ed è volato così lontano da portarla fino alle Olimpiadi di Atene.
Più volte in Azzurro anche la talentuosa lunghista Arianna Zivez e diverse atlete delle categorie giovanili: dalle bandiere storiche della squadra giallo-blu Lara Zulian e Gabriella Gregori alle attuali promesse della velocità Michaela Ardessi e Rita Apollo, nuova detentrice del record regionale dei 400 ostacoli della categoria promesse ed atleta dell’anno in carica del Cus.
Tra i giovani talenti la polivalente Monica Cuperlo e l’astista Elisa Capotorto, insieme alla promettente allieva Marina Pugliese che mira a seguire le orme di Rita Apollo nei 400 ostacoli e proprio nelle scorse settimane ha vissuto l’esordio nella Nazionale della propria categoria.
Doveroso citare anche la generosa anima della squadra, Biserka Cesar, discobola da 50 metri sempre al vertice nella simpatia e nell’attaccamento alla maglia, così come la capitana della squadra, l’inossidabile Valentina Tauceri, “storia vivente” del mezzofondo triestino detentrice di tutti i record provinciali assoluti nelle gare comprese tra gli 800 ed i 5000 metri.
I recenti successi del Cus sono frutto di preziose e collaudate sinergie con altre società di Trieste e Gorizia che permettono di formare un’unica squadra a livello assoluto per le atlete dei due capoluoghi, nell’ottica di sviluppo di percorsi formativi e prospettive agonistiche di lungo periodo.
Nonostante in passato la società avesse raccolto buoni risultati anche in campo maschile, in seguito è stata praticata una dolorosa ma inevitabile scelta di genere che ha permesso di ottimizzare le risorse a disposizione e concentrare gli sforzi nella gestione della sola squadra femminile, raggiungendo così i massimi livelli nazionali.
La sezione atletica del Centro Universitario Sportivo Trieste, ora guidata da Giovanni Righi, si avvale dei servizi di una corposa schiera di allenatori e collaboratori tecnici che si dividono tra gli impianti sportivi di Trieste e Gorizia: oltre a Davide Marion, che ricopre l’incarico di dirigente, Claudio Loganes, Vojko Cesar, Gianfranco Franco, Giovanni Gherlani, Stefano Lubiana, Gianfranco Lucatello, Valentina Tauceri, Giuseppe Nicolazzi, Giampaolo Carnielli ed Ernesto Vigini.

 


LE SCHEDE DEGLI ATLETI




<RITA APOLLO

MARINA PUGLIESE>

 


Atleticats... l'atletica triestina on-line

Redazione | Norme sulla privacy | Pubblicità