La pubblicità su atleticats costa meno di quanto vale!!!

Sesto posto per gli Azzurrini con il nostro Seppi
Vivaci gli under 23 mentre delude la squadra assoluta azzurra

(9/12/2007) La squadra italiana juniores con il triestino Andrea Seppi non è riuscita a bissare lo strepitoso successo nel cross europeo dell’anno scorso, è stata invece la squadra francese a fare faville nella campestre di Toro, in Spagna, con la doppietta del campione europeo junior dei 5000m Mourad Amdouni e di Florian Carvalho.
Terza piazza del podio per l’ucraino Dmytro Lashyn mentre il migliore degli atleti azzurri è stato Paolo Pedotti Massaoud giunto in 17.a posizione.
Alle sue spalle si sono comportati bene sia Alessandro Turroni che Merihun Crespi, rispettivamente al 21° ed al 27° posto.
Seppi è stato il quarto tra gli italiani in gara ma leggermente attardato rispetto ai primi tre compagni concludendo in 66.a posizione, il piazzamento dell’atleta del Marathon è stato comunque determinante per conquistare il sesto posto di squadra superando così la nazionale irlandese, con un pizzico di rammarico perché sarebbe bastata ancora una manciata di posizioni per raggiungere anche la squadra padrona di casa al quinto posto.
Al 75° posto l’altro azzurro Giovanni Fortino che però non ha contribuito al punteggio di squadra in quanto venivano conteggiati solo i quattro migliori piazzamenti, mentre Giorgio Scialabba è stato costretto al ritiro.
Oltre alla Francia sono salite sul podio le nazionali juniores di Gran Bretagna e Germania, mentre gli italiani che si fregiavano del titolo di campioni uscenti sono rimasti a bocca asciutta. Non si è trattato comunque di una sorpresa perché buona parte dei protagonisti della vittoria del titolo europeo è ormai passata alla categoria superiore, e proprio nella categoria under 23 a Toro si è rilevata la miglior prestazione azzurra, con il quarto posto finale di un generoso Andrea Lalli, tra i maggiori animatori della corsa, ed il quinto di Stefano La Rosa, anche se i piazzamenti degli altri italiani non hanno consentito di andare oltre il settimo posto di squadra.
Deludente la squadra senior che si è limitata all’ottavo posto uguagliando il peggiore piazzamento mai ottenuto dalla selezione assoluta, dopo aver toccato punte di eccellenza con l’oro a Ferrara nel 1998 e l’argento a Heringsdorf appena tre anni fa.

La gara è stata vinta dall’ucraino Sergey Lebid che ha collezionato la sesta vittoria individuale europea ed ha vendicato la sconfitta patita l’anno scorso sui prati italiani.


Primo degli azzurri Gabriele De Nard (22°), seguito da Scaini (31°), Bona (40°) e Perrone (46°) con il ritiro di Gualdi e Caliandro.
E’ andata un po’ meglio alla nostra squadra senior femminile al sesto posto, dimostratasi più compatta pur disertando le prime trenta posizioni, con Elena Romagnolo comunque delusa per la sua 32.a posizione. Simile sorte per Adelina de Soccio, venticinquesima tra le promesse ed al settimo posto di squadra, mentre le junior sono state relegate in dodicesima posizione, pur migliorando la prestazione dell’anno precedente, con il miglior piazzamento per la diciassettenne Valeria Roffino al 45° posto.




Atleticats... l'atletica triestina on-line

Redazione | Norme sulla privacy | Pubblicità